La guerra come stile di vita


Le invasioni vichinghe cominciarono prima come “raid” – incursioni – e poi si evolsero in vere e proprie guerre di insediamento con la spartizione delle terre, la distribuzione delle ricchezze rapinate, e sempre più frequentemente attraverso richieste di riscatto in cambio del loro allontanamento.

La stagione favorevole per le incursioni vichinghe andava dalla fine delle primavera all’inizio dell’autunno, quando cioè i mari ghiacciati del nord cominciavano a sciogliersi, permettendo le attraversate. Una volta giunti nei territori del Sud, il periodo di invasione e/o stanziamento si prolungava.

I patti di “mutua assistenza” permettevano ai “conquistati” di utilizzare i vichinghi conquistatori quali pedine politiche, come dei veri e propri aghi della bilancia politica europea medievale. Un evento significativo fu proprio la Danelaw attraverso la quale si riuscì ad ottenere un lungo periodo di pace e si evitò la “danesizzazione” dell’Inghilterra. Ovviamente non fu l’unico caso di accordo pacifico: si ricorda, per esempio, la concessione del Ducato di Normandia al danese ROLLONE messo lì a guardia e difesa del territorio proprio contro le incursioni di altri vichinghi. In fondo, ai vichinghi interessava solo il guadagno e non badavano certo alle alleanze se contro o a favore di taluni piuttosto che altri: paradossalmente per il quieto vivere accettavano i compromessi[1].

Una curiosità: dopo diverse ricerche negli archivi, gli storici hanno stabilito l’identità di ROLLONE –  nome deformato dalla lingua francese. Si tratta di un vichingo di nome ROLF GÅNGUN, Rolf il Camminatore, soprannominato così per via della sua notevole statura e corporatura (robusto, imponente eppur agile, slanciato e veloce in battaglia) che lo costringeva a camminare e viaggiare sempre a piedi poiché nessun cavallo era in grado di portarlo in groppa.

Lo fonti anglosassoni e franche, quando narrano delle invasioni vichinghe, descrivono lo sbarco di “migliaia” di pirati; ma tenuto conto delle durate delle spedizioni, della necessità di non appesantire il carico con troppe provviste alimentari, della mole dei draupnir (le navi vichinghe da guerra che potevano ospitare da un minimo di 30 a un massimo di 45 uomini), la quantità numerica di un contingente di uomini del nord deve essere ridimensionato nell’ordine delle “centinaia”.

Poiché si trattava di guerre di conquista, l’unità militare era circoscritta alla sola presenza maschile. Inoltre, le scorrerie avvenivano sia via mare che per via fluviale, considerato l’alto livello “tecnologico” navale raggiunto dagli armatori scandinavi.

In fin dei conti, più che della quantità e del numero, bisognava preoccuparsi della ferocia e dell’inaffidabilità dei vichinghi (soprattutto di quelli che cambiavano spesso alleato a seconda del vantaggio per sé. Traditori per indole o piuttosto egoisti e avidi?).

La proverbiale ferocia dei vichinghi è ben documentata dalle fonti nordiche delle Saghe del Tempo antico. Si tratta di una raccolta di saghe sulle imprese degli avventurieri del nord in cui la realtà storica si confonde con la legenda.

Una delle saghe più famose è quella di Ragnarr Braghe di Cuoio.

[1]e paradossalmente questo è un tratto caratteriale di un popolo che è tuttora lontano dalle ostilità e che fanno del dialogo e della pace il proprio baluardo. Si ricorda che il Premio Nobel per la Pace è l’unico premio che viene consegnato in Norvegia e selezionato dall’Accademia norvegese, a differenza degli altri che sono consegnati a Stoccolma, Svezia.

One thought on “La guerra come stile di vita

  1. norlit scrive:

    Vad kul att du skriver om nordiska dikter! =D
    Pussar och kramar kära. 😉
    da NeroVero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...