Dall’indoeuropeo al germanico


L’indoeuropeo è la lingua madre delle lingue occidentali, ipotizzata e ricostruita attraverso le somiglianze linguistiche tra queste.

Per una corretta comparazione storica è bene basarsi sulle testimonianze più antiche: tanto più si procede a ritroso nel tempo, tanto meno difficile è la ricerca di somiglianze tra le lingue.

L’indoeuropeo è dunque una lingua completamente ricostruita e sta alle altre lingue indoeuropee come il latino sta alle lingue romanze, con la sola grande differenza che del latino si hanno delle testimonianze scritte, mentre per l’indoeuropeo non è stato documentato nulla, per cui a fianco ai termini indoeuropei solitamente compare un asterisco (*) che sta a indicare che non è esistito alcun individuo parlante l’indoeuropeo.

Si parte dal presupposto che ogni lingua è un organismo vivente composto da “atti” linguistici dei parlanti e che non è ipotizzabile affidarsi a somiglianze fortuite (per esempio il termine inglese moderno BAD corrisponde al Persiano BAD e in entrambe le lingue significa “cattivo”. Questo non è sufficiente a mettere in relazione le due lingue).

Per stabilire una affinità tra parole occorre che vi sia stato un contatto reale tra le lingue e i popoli che le parlavano e che i termini siano simili o omonimi nonché abbiano lo stesso significato.

I dubbi sulle origini del germanico antico sono legittimi, poiché la testimonianza scritta più antica e attendibile è il “Gotico”; ma l’inglese antico e il tedesco antico sono deducibilmente lingue post-gotiche.

Il germanico comune – in seno alle lingue germaniche – resta il prototipo del gruppo delle lingue germaniche all’interno delle quali vi sono ulteriori differenze. È nota l’estinzione di alcune lingue indoeuropee e il persistere di altre.

Le famiglie delle lingue indoeuropee sono:

Indoarie

Sanscrito

Iraniche
  • Avestico
  • Persiano
Tocario Parlato nel Turkestan
Ittito Asia Minore
Armeno Turchia orientale
Frigio Anatolia
Tracio  
Baltico
  • Lettone
  • Lituano
  • Estone
Slavo Serbo-croate
Greco  
Italico
  • Osco-ontano
  • Latino
  • Venetico
Celtico
  • Gallico
  • Celtico insulare
   
  • Cimbrico
  • Gaelico
 
  • Irlandese
  • Scozzese
  • Bretone
Illirico Balcani del nord-ovest, albanese
Messapico Italia Meridionale

Per l’ittito, il greco e l’indiano, le testimonianze risalgono al II sec. a.C. Per tutte le altre lingue solo in età cristiana si hanno dei documenti certi.

La distinzione all’interno delle lingue indoeuropee è stata svolta in base a termine “cento” e alla diversità di pronuncia del primo fonema. Il termine che accomuna le lingue indoeuropee è:

Kentum = K, palatale occlusiva (si ritrova nel latino, italico, celtico, illirico, germanico)

Šatem = š labiovelare (si ritrova nell’iraniano, slavo, indiano, iranico, armeno, tracio, albenese).

Il termine che accomuna e distingue le lingue germaniche è l’antica parola per “popolo”. In tutte le lingue germaniche compare il segno fonetico þ (Thorn)

Þiuda (germanico e nordico); þutha (celtico irlandese); þouto (latino, dialetti italici), þauta (baltico lettone).

Curiosità: Perché si dice “tedesco”?

La tribù germanica stanziatasi in Alemannia distingueva al suo interno due lingue: il WAHLISK e il þIUDISK (pronuncia tiudisk).

Il termine “wahlisk” deriva dal sostantivo “WAHLE” storpiatura del termine latino VOLCÆ che indicava il nome di una tribù celtica; lo stesso termine “WAHLE” passò a indicare paradossalmente i latini e l’aggettivo “wahlisk” significava “lingua dei latini”. Il wahlisk era dunque la lingua dei dotti opposta al “þiudisk” (da þiuda = popolo), la lingua del volgo, del popolo. Þiudisk passò presto a indicare l’idioma comune e attraverso vari passaggi þiudisk è diventato þiusk, poi tiusk, tysk, diusk, deutsch (tedesco).

Le somiglianze linguistiche

Le prime documentazioni scritte sulle quali si è potuta fare la ricerca delle somiglianze tra il germanico e le lingue confinati risalgono al II° sec a.C., quando il germanico viene a contatto con le lingue italiche.

Le somiglianze lessicali si riscontrano:

1)     sui nomi di parti del corpo umano:

Latino

Gotico

Collus (collo) Hals
Lingua Tuggo (pron. Tungo)
Caput Hofuþ

2)     nomi di fenomeni naturali e nomi di animali:

Latino

 

Aqua AHVA (gotico)
Vermis Wurm (antico alto tedesco, a.a.t.)
Arcus Earh (Anglosassone, a.s.)

 3)     verbi

Latino

 

Clamare (chiamare) Hlamon (a.a.t.)

 4)     formanti lessicali e forme flessionali come per esempio il suffisso “–ne” per la formazione degli avverbi di luogo

 Sono stati riscontrati tratti comuni tra il germanico e il celtico soprattutto nella sfera politico-culturale:

gotico

irlandese

a.a.t.

Aiþs (giuramento) oeth eid
Arbi (erede / eredità) orbe Erbi

Rūna (segreto)

Rūn Rūna

 Al di là delle somiglianze, sono stati registrati casi di “prestiti” linguistici, vale a dire termini presenti in una lingua dominante che passano in una’ltra attraverso contatto diretto e che conservano le particolarità fonetiche e flessionali della lingua di origine. Esempio, il termine “dominatore”:

REIKS (got. Pron. Rics), Rica (anglosassone), Rigs (celtico), Rex (latino).

 Le lingue indoeuropee sono costituite in gruppi diversi, ma affini. Tra questi rami linguistici dell’indoeuropeo configurano, dunque, le lingue germaniche che a loro volta si suddividono in ulteriori ramificazioni linguistiche.

La divisione è artificiosa, ma valida per offrire un quadro generico della situazione.

Lo schema è il seguente:

 
Lingue germaniche
 

Settentrionali

Orientali

Occidentali

  • Nordico occidentale:

Ø      Norvegese

Ø      islandese (norreno)

  • Nordico orientale:

Ø      antico danese

Ø      antico svedese

gotico

  • Inglese antico:

Ø      northumbrirco

Ø      mercio

Ø      kentico

Ø      sassone

  • Tedesco antico:

Ø      sassone in Germania del Nord;

Ø      antico alto tedesco (alemanno, bavarese, franco-renano)

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...