La strana storia del varulv che attaccò sua moglie


Due giovani innamorati si sposarono e vissero per un po’ di tempo felici, fino a quando lui cominciò ad assentarsi la notte. Quando rincasava il suo aspetto era terribile e sembrava estremamente stanco. Le sue assenze notturne si fecero sempre più frequenti, tanto da preoccupare la giovane moglie e provocare delle liti. Una notte i due ebbero una violenta lite, dopo la quale lui uscì, ma prima di uscire chiese scusa alla moglie e le raccomandò di stare attenta al bestiame e che se avesse visto un lupo molto grosso avventarsi contro di lei, sarebbe dovuta salire su un albero e prendere per difesa un rastrello. La donna non capì, sapeva solo che anche quella notte l’avrebbe passata da sola. Si fece molto tardi prima che la donna riuscisse a sistemare il bestiame nella stalla e mentre stava per rincasare, sentì l’ululato dei lupi e quando si voltò si rese conto che un grosso lupo le stava correndo contro. Fece in tempo a rincasare. Il mattino seguente trovò al suo fianco il marito che sembrava molto strano e febbricitante e nella stalla alcune bestie erano state sbranate. La sera successiva si ripeté la stessa scena, ma questa volta lei non ebbe il tempo di rincasare e dovette correre fino ad un albero e mentre si arrampicava, il lupo le strappò un lembo della gonna. Quando fu sicura che il peggio era passato, scese dall’albero e rientrò in casa e nella sua camera da letto trovò brandelli di carne sparsi ovunque e suo marito che dormiva nel letto con un pezzo di stoffa in bocca: fu così che la povera donna si accorse di aver sposato un lupo mannaro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...