La strega e la zia Kari che non si è mai sposata


Trombe d’aria o perturbazioni atmosferiche improvvise indicano la presenza delle streghe, perché spesso le streghe del nord viaggiano in questi turbini per poter entrare nelle fattorie e danneggiare il bestiame (ricordate il “mago di Oz” ?).

Anche il turbine è una manifestazione tipica della stregoneria nordica.

Un giorno zia Kari e il padre del narratore, si recano fuori dalla fattoria per la raccolta del grano. All’improvviso si alza il vento e l’uomo prontamente ordina a zia Kari di buttarsi a terra se non vuole essere portata via. Poi prende il suo coltello, ci sputa sopra e lo lancia contro il vento e il polverone che ha sollevato. Il vento cessò all’istante allontanandosi e portandosi via anche il coltello. Il giorno dopo, l’uomo si recò dal marito di una strega per cercare di recuperare il suo coltello. Giunto lì chiese della vecchia strega e questa si presentò sorridendo con il coltello conficcato nel fianco e sempre sorridendo la strega disse: “Bravo!, non pensavo che tu potessi usare il tuo coltello contro di me!”

Che vi sia in questa storia una vena di umorismo erotico?

Fatto sta che secondo la tradizione popolare scandinava, il coltello e lo sputo servono per prevenire e allontanare il turbine.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...