Ragnhild e la magia del cibo


La magia del cibo che si rinnova la si ritrova nella superstizione popolare.

Un tempo viveva in Norvegia una certa Ragnhild, nota per essere la ricca proprietaria di una fattoria, ma anche perché era una scaltra strega. Si dice che anche il marito, Gisle, fosse un mago.

In primavera, durante l’aratura, mentre gli altri contadini lavoravano sodo, Ragnhild faceva sortilegi affinché tutto il concime giungesse nei suoi campi. Così in autunno, i suoi campi mai arati, erano i più fertili e i più belli, mentre quelli dei poveri contadini erano aridi e sterili. Ma Ragnhild era famosa anche per la sua avarizia con il cibo. Un giorno dovette assumere a servizio un garzone e ogni volta che lo mandava al pascolo gli preparava un pezzo di pane ed un’aringa e puntualmente ricordava al ragazzo di non rompere mai la lisca del pesce e di restituirgliela; ogni volta il ragazzo obbediente le restituiva la lisca. La furba e avara Ragnhild, sempre con quella stessa lisca ricostituiva il pesce. Dopo un po’ di tempo, il ragazzo si accorse di mangiare sempre lo stesso pesce con la stessa conformazione della lisca. Il servo capì e stanco di mangiare sempre pane e aringhe, un bel giorno spezzò la lisca, ma quando tornò a casa seppe che la padrona della fattoria, Ragnhild, … si era spezzata la schiena!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...