Il serpente bianco – racconto norvegese


I serpenti sono molto rari in Scandinavia, anche se è possibile trovarne nel Sud della Norvegia. Ebbene, una donna norvegese, abile strega i cui maestri erano maghi finlandesi, trovò un bel serpente bianco e lo catturò. Trovare un serpente bianco è segno di buona fortuna e inoltre si possono fare numerose magie e guarire i mali. La donna non perse tempo: prese il serpente, lo uccise e lo bollì. A fine bollitura emersero tre stelle bianche: una conferiva saggezza, una dava la seconda vista e l’altra portava alla follia. Mentre il serpente bolliva, la donna uscì di casa per badare alle mucche. A casa rimase sola la figlioletta che vide la pentola sul fuoco e credendo fosse brodo, prese un pezzo di pane e lo inzuppò e con il pane prese la stella della seconda vista. Appena finito il boccone si accorse di essere in grado di vedere attraverso i muri, non solo ma anche di poter vedere tutte le vite degli abitanti del villaggio, vedere nelle loro case e nelle loro menti. La bimba corse subito a dirlo alla madre, che contrariamente all’entusiasmo della figlia, si dimostrò molto turbata e preoccupata. Marit – questo era il nome della bambina – avrebbe dovuto assistere ad omicidi, suicidi, morti; un giorno, infatti, vide un uomo su un ponte mentre trasportava legna, l’uomo scivolò in acqua con tutto il carico e affogò. Marit gridò aiuto, ma nessuno poté salvare quell’uomo che viveva a 50 km dal villaggio. Marit soffriva tanto e si ammalò, la madre non sapeva come porre rimedio. Fortunatamente, giunse al villaggio una donna finlandese che le chiese ospitalità. La madre di Marit le domandò se fosse una strega e se lo era, la pregò di aiutarla. La donna finlandese accettò e con potenti arti magiche liberò Marit dalla seconda vista e la disperse ai 4 venti, poi ammonì aspramente la madre della bambina giudicandola una combina guai dilettante e inesperta.

Da allora, la donna fu molto più prudente con la magia.

One thought on “Il serpente bianco – racconto norvegese

  1. NotteSerena scrive:

    Non sono molto attratto dai racconti fantasy e simili,ma devo dire che questi racconti sono molto belli…si sente che vengono dalla saggezza popolare…poi ti trascinano in un mondo e in paesaggi completamente diversi dai nostri…complimenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...