Gert Nygårdshaug


Gert Nygårdshaug nasce il 22 marzo1946 a Tynset, Norvegia. Ha debuttato a 20 anni con una raccolta di poesie “Impulser” e nell’arco dei suoi 30 anni di carriera ha pubblicato circa 25 romanzi. La sua attività può essere divisa in 6 “capitoli”: lo scrittore nasce come poeta (ha scritto 5 raccolte di poesie), in seguito si dedica alle trilogie di romanzi a carattere quasi saggistico (la prima trilogia si compone dei romanzi: Dverghesten (Il Cavallo del Nano), Nullpluss (Meno più) e Søthjerte (Cuore buono). Nel 1995 si dedica alla letteratura per bambini e ragazzi (pubblica 4 libri per bambini). Con i romanzi Bastionen, Mengele Zoo, Prost Gotvins Geometri (La geometria del prevosto Gotvin) e Afrodites Basseng (Il Bacino di Afrodite) affronta i temi sociali contemporanei (vita, ecologia, religione, terrorismo, emarginazione). Lo scrittore è, tuttavia, noto per i suoi romanzi criminali e thriller il cui protagonista è il detective/gourmet Frederic Drum (9 storie a partire dal 1985). E infine, ultimo capitolo, lo scrittore è anche un bravo novelliere e narratore di storie brevi.

La sua scrittura vivace e brillante gli permette di adattarsi a qualsiasi genere letterario, di farlo sempre con grande successo e con una buona dose di ironia, umorismo e leggerezza. Recentemente ha scritto anche numerosi articoli e recensioni sui principali quotidiani norvegesi.

Elenco delle opere:

 Impulser                                       1966 Poesia

Paxion                                         1971 Poesia

Et Bilde Et Verktøy                         1974 Poesia

Gatevinden                                   1980 Poesia

Solfiolinen                                    1981 Novelle

Bastionen                                     1982 Romanzo

Alkymisten                                   1983 Novelle

Dverghesten                                 1984 Romanzo

Honningkrukken                            1985 Crimine

Nullpluss                                       1986 Romanzo

Jegerdukken                                 1987 Crimine

Gipsyblink                                     1988 Poesia

Mengele Zoo                                 1989 Romanzo

Dødens Codex                               1990 Crimine

Søthjerte                                     1991 Romanzo

Det 9. Prinsipp                              1992 Crimine

Cassandras Finger                          1993 Crimine

Gipsymann                                   1994 Poesia

Trollet Og De Syv Prinsessene           1995 Infanzia

Himmelblomsttreets Muligheter        1995 Romanzo

Kiste Nummer Fem                        1996 Crimine

Gutten Og Trollsverdet                   1996 Infanzia

Huldergubben I Svartberget             1997 Infanzia

Prost Gotvins Geometri                   1998 Romanzo

Pengegryta I Trollberget                 1999 Infanzia

Den Balsamerte Ulven                     2000 Crimine

Liljer fra Jerusalem                       2001 Romanzo

Farivis Ruvis – Gutten fra himmelrommet – Dinosaurene 2001   Infanzia

Afrodites Basseng                          2003 Romanzo

Alle Orkaners Mor                          2004 Crimine

Rødsonen                                     2006 Crimine

 

Bibliografia

Secondo l’opinione di molti critici letterari norvegesi, i romanzi di Nygårdshaug, Mengele Zoo e Le possibilità dell’albero del Paradiso sono i migliori che abbia mai scritto. Entrambi i romanzi sono ambientati nella foresta amazzonica e sono fortemente politici riguardo alla questione dello sfruttamento irrazionale delle risorse naturali, soprattutto nel terzo mondo. Un altro romanzo degno di considerazione è la Geometria del prevosto Gotvin (1998). Subito dopo il successo del Codice da Vinci, molti si sono interessati ai codici e ai misteri della storia, ebbene Gert Nygårdshaug è stato il capostipite del genere perché con la Geometria del prevosto Gotvin la trama si svolge intorno all’interpretazione dei codici e dei miracoli cattolici interpretati dal punto di vista di un prete luterano scettico e alla ricerca della verità.

Trame di alcuni dei suoi libri di maggior successo

Honningkrukken (Il vasetto di miele): Il detective Fredric Drum si trova in viaggio in Spagna per comprare il vino per il suo ristorante in Norvegia, ma si ritrova invischiato in una catena di misteriose sparizioni. Nel corso di un paio di mesi, sette persone residenti a Sant’Emilio e di età compresa tra i 9 e i 63 anni sono misteriosamente scomparsi.

Jegerdukken (La bambola): nella regione del Nord-Østerdalen viene rinvenuto un sensazionale reperto archeologico: due mosaici e una serie di oggetti con iscrizioni misteriose. Infine, spunta fuori un amuleto per la caccia dalle fattezze femminili…

Dødens codex (Il codice della morte): questa volta il detective Fredric Drum, goloso gastronomo e amante del buon vino, giunge in Italia. Su incarico dell’Università di Roma “La sapienza” dovrà ritrovare un antico testo greco.

Den niende prinsipp (Il nono principio): Fredric Drum è in Egitto. In modo apparentemente casuale viene coinvolto in un mistero che lo porta quasi alla follia. Una tragedia al confine tra la vita e la morte.

Cassandras finger (Il dito di Cassandra) Fredric Drum è a casa, a Oslo e deve affrontare un mistero che sembra non si lasci risolvere. Poi un’antica statua – per chissà quale ragione – è trasferita dal Museo Nazionale al cortile di un uomo che vive a Lommedalen. Ha inizio una serie di eventi inspiegabili…

Kiste nummer fem (La cassa numero 5): Quando un cadavere senza testa viene scoperto in un canile nel quartiere occidentale di Oslo, il caso si rivela subito difficile per la scientifica. Dopo poco tempo viene scoperto un altro cadavere senza testa… conflitti etnici, sanguinari allevatori di dobermann, neo-nazisti e un’antica cultura indiana sono al centro della trama.

Den balsamerte ulven (Il lupo imbalsamato): Fredric Drum è a pesca con lo zio e medico legale Skarphedin Olsen quando a quest’ultimo gli viene fatta saltare in aria la canna da pesca con un colpo di fucile. Poco dopo scoprono un braccio di donna amputato e il cuore di una capra posti su un altare di pietra…

Liljer fra Jerusalem (I gigli di Gerusalemme): la polizia di Oslo viene chiamata per sfondare la porta dell’appartamento di un uomo anziano che nessuno ha più visto da settimane. Skarphedin Olsen cerca aiuto al nipote Fredric Drum. I due si addentrano in un mistero criminale le cui radici arrivano in Israele e che riguarda un ricercatore nucleare scomparso.

Alle orkaners mor (La madre di tutti gli uragani): Fredric Drum è in ferie in Messico. Un bel giorno, lo zio Skarphedin Olsen lo chiama e gli comunica che un suo amico archeologo è scomparso in Messico. Mentre Drum cerca l’amico scomparso, si imbatte nella caccia a un serial killer locale e viene coinvolto nelle dispute delle elezioni politiche locali nonché un’indagine su antichi scritti Maya.

Rødsonen (Zona Rossa): Il ricercatore della scientifica Skarphedin Olsen chiede al nipote Fredric Drum di andare nella città di Tanjung, in Nuova Guinea. Vi troverà un incubo di caldo afoso, condizioni di vita esasperanti e povertà.

Afrodites Basseng (Il Bacino di Afrodite): le guerre civili, violente dimostrazioni e manifestazioni, il tracollo della società tecnologica, spingono il biologo Jonar Snefang e suo figlio Erlan a rifugiarsi in uno sperduto villaggio della Norvegia settentrionale. Un giorno Jonar comincia a percepire uno strano e inquietante odore nell’aria, gli viene recapitata una misteriosa cassa di ebano che contiene tra le altre cose una mappa del Sahara e un vecchio libro consunto che nasconde un mistero…Comincia un lungo viaggio che lo porterà in Italia in un antico monastero adibito a centro di ricerca avanzato e infine ad una donna nel deserto. TRADUZIONE ITALIANA SU “HIC SUNT LEONES PRESS”

Himmelblomsttreets muligheter (Le possibilità dell’albero del Paradiso): Jens Oder Flirum, vale a dire Senior Yenso, ritorna in Europa dopo molti anni trascorsi in Sud America per poter attuare il Grande Piano. Un romanzo sulla collisione tra due culture e il loro modo di percepire la natura e le sue ricchezze.

Mengele Zoo (Lo Zoo di Mengele): Mino nasce nelle foreste pluviali dell’America Latina, trascorre l’infanzia cacciando farfalle insieme al padre, fino a quando arrivano le trivelle delle compagnie petrolifere occidentali. Un giorno avviene la tragedia: il suo villaggio è raso al suolo e perde tutti i suoi familiari e gli amici. Da quel momento in poi, Mino cresce con il desiderio di vendetta e lentamente si trasforma in “farfalla” che leggiadra e inosservata semina il terrore e la paura nel mondo.

L’ultimissimo lavoro – il nuovo eco-thriller di Gert – è CHIMERA, amabientato nelle foreste del Congo!

GERT NYGÅRDSHAUG : lo scrittore preferito dai lettori norvegesi

Secondo un sondaggio in Norvegia, la giuria popolare ha votato come miglior scrittore e miglior romanzo di tutti i tempi, MENGELE ZOO di Gert Nygårdshuag; primo davanti a scrittori premi Nobel come Hamsun e Sigrid Undset.

Intervistato dal quotidiano “Dagbladet”, lo scrittore si è dimostrato sorpreso e compiaciuto: « “Mengele Zoo” è stato pubblicato la prima volta nel 1989 e in seguito sono state fatte molte edizioni economiche. Io credo che sia un romanzo che piace perché non è limitato alla “sfera” norvegese, ma esce dai confini ».

“Mengel Zoo” narra le vicende di un collezionista di farfalle, Mino, nato e cresciuto nella foresta pluviale dell’America Latina. Dopo che il suo villaggio viene raso a terra per favorire il disboscamento e l’impianto di un’industria, Mino cresce con il desiderio di vendetta diventando uno dei terroristi più ricercati del globo.

Nygårdshaug ritiene che un romanzo, oggi, debba essere in grado più che mai di coinvolgere ogni tipo di lettore senza differenze di età, cultura o sesso.

Questo è l’elenco dei romanzi e scrittori più votati dai lettori norvegesi:

1) Mengele Zoo (Gert Nygårdshaug): 624 voti (25.05%)

2) Per i verdi sentieri (Knut Hamsun – ed italiana Adelphi) 584 voti (23,44%)

3) Kristin, la figlia di Lavrans (Sigrid Undset – ed Italiana Longanesi) 496 voti (19,91%)

4) Beatles (Lars Saabye) 187 voti (7,51%)

5) Fame (Knut Hamsun – ed.  italiana Adelphi) 146 voti (5,86%)

6) Peer Gynt (Henrik Ibsen – diverse edizioni italiane) 129 voti (5,18%)

7) Pan (Knut Hamsun – ed. italiana Adelphi) 99 voti (3,97%)

8) Fratellastro (Lars Saabye Christensen) 83 voti (3,33%)

9) Alberte e Jakob (Cora Sandel) 76 voti (3,05%)

10) I papaveri di Berlino (Anne B. Radge) 67 voti (2,69%)

 

Gli “elettori” votanti sono stati 2491.

 

Fonte: http://www.dagbladet.no/kultur/2007/06/01/502278.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...