Il Signorotto


di Johan Hermann Wessel

Illustrazione di Theodor Kittelsen (1890)
Illustrazione di Theodor Kittelsen (1890)

Una volta un signorotto s’addormentò nell’eterno riposo

Così come per tutti i signorotti è doveroso,

sebbene vorrebbero volentieri a lungo vivere

ed è un pessim giacere

quando si è di contrar parere.

Questo signorotto di cui vi canto

Poverino!, dopo la morte, d’incanto

Si ritrovò in quel luogo che freddo non è mai

Sebbene lo si desideri, eh son guai

Quando non si desidera non aver freddo mai!

Lì incontrò il suo cocchiere e si stupì

Illustrazione di Theodor Kittelsen (1890)

Illustrazione di Theodor Kittelsen (1890)

« Cosa?! Anche tu Jochum in inferno stai?

Non lo avrei mai immaginato!»

Ed è un peccato

Vedere ciò che si è sempre rinnegato.

«Il perché io sia finito qui,

tu senza dubbio già lo sai,

sebbene invano lo volevo nascondere»

e non è un piacere

voler – le cose risapute – nascondere.

«Mio figlio si diede al gioco e al sesso

E sperperò spesso

Più di quanto il mio patrimonio potesse sopportare».

Ed è male tollerare

Ciò che più non si può sopportare.

«Bontà verso quel figlio mascalzone dimostrai

E i miei contadini dissanguai.

Il loro patire non volli sentire».

Ed è da maledire

Chi – il lamento dei contadini – non vuol sentire.

Illustrazione di Theodor Kittelsen (1890)

Illustrazione di Theodor Kittelsen (1890)

«Ma tu, che così mite e buono fosti

e mai alcun male a creatura umana facesti,

perché sei qui? Lo vorrei sapere»

E c’è da temere

nel voler troppo sapere.

«Mi è andata male» fu la risposta

« poiché in vita feci apposta

ciò che Voi non riuscivate a fare, nonostante il desiderio»

Ed è un gran guaio

Non poter assecondare il desiderio.

«Quel figlio che è la causa di questa vostra attuale dimora

Ve lo procurai io allora,

non volendo nulla – alla vostra signora – negare »

e non è un buon affare

mai nulla negare.

Illustrazione di Theodor Kittelsen (1890)

Illustrazione di Theodor Kittelsen (1890)

Pertanto, ogni mascalzone impari

A non procurar ad altrui bambini vari

Nonostante la moglie altrui lo voglia.

E non è una gioia

Saper che la moglie altrui lo voglia.

Testo originale/opprinnelig tekst:

En Herremand sov engang hen;/Og saa skal alle Herremænd,/Hvor gierne de end leve ville./Og det er ilde,/At døe, naar man endnu ei vilde.//

Den Herremand, jeg synger om,/ Did, Stakkel!/efter Døden kom,/Hvor ingen frøs, skiønt alle vilde./Og det er ilde,/At ikke fryse, naar man vilde.//

Han traf sin Kudsk, og studsede:/«Hvad! Jochum og i Helvede?/Jeg næsten det forsværge vilde.»/Og det er ilde,/ At see, hvad man forsværge vilde.//

«Hvorfor jeg kommen er herned,/Du udentvivl alt forud veed,/ Saa jeg omsonst det dølge vilde.»/ Og det er ilde,/Bekiendte Ting at dølge ville.//

«Min Søn forfaldt til Hoer og Spil,/Og satte flere Penge til,/End min Formue taale vilde.»/Og det er ilde,/At den ei mere taale vilde.//

«Af Godhed for det Skumpelskud/Jeg sued’ mine Bønder ud,/Og deres Suk ei høre vilde.»/Og det er ilde,/Ei Bønders Suk at høre ville.//

«Men du, som var saa from og god,/Og giorde intet Kræ imod,/Hvi du er her, jeg vide vilde.»/Og det er ilde,/Saa nøie alt at vide ville.//

«Det gaaer,» var Svaret, «mig saa slet,/Fordi jeg hisset giorde det,/Som I ei kunde, skiønt I vilde.»/Og det er ilde,/At ikke kunne, naar man vilde.//

«Den Søn, som volder, I er her,/Har jeg paa Halsen skaffet jer./Jeg Fruen intet negte vilde.»/Og det er ilde,/Slet ingen Ting at negte ville.//

Sligt lærer hvert utugtigt Skarn,/At ikke skaffe Næsten Barn,/Skiønt Næstens Kone gierne vilde./Og det er ilde,/ At Næstens Kone gierne vilde.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...