Ornamenti natalizi norvegesi

Natale nella famiglia reale norvegese

Natale nella famiglia reale norvegese: dal basso a sinistra, la principessa Martha Luise con i figli, la regina Sonia, il re Harald, il principe ereditiero Håkon con la moglie Mette-Marit e i figli

La tradizione vuole che l’albero di Natale venga decorato con le bandierine norvegesi e gli ornamenti fatti in casa. Fra le decorazioni più comuni ci sono i cestini intrecciati e molte generazioni si sono divertite costruendo cestini di carta lucida che poi vengono riempiti di caramelle o noci. Le decorazioni dell’albero di Natale fatte con le vostre stesse mani dà molta soddisfazione. Ecco una serie di idee per il vostro Natale in stile norvegese!

I cestini intrecciati

cestini di cuore intrecciati

Prendete un foglio di carta lucida, piegatelo a metà e disegnate una base dritta di 10 cm dalla quale fate partire due rette parallele di 15 cm sormontate da una cupola, come una campana. Fatene due copie identiche. Ritagliate il contorno e incidete la base con due lunghi tagli procedendo verso la cupola, ma senza tagliare fino in fondo. Prendete i lembi così tagliati di entrambe le forme e procedete ad intrecciarle. Formerete così un cestino a forma di cuore.

Materiale dei boschi e dei campi

I norvegesi sono amanti della vita all’aperto. Durante tutto l’anno fanno passeggiate nei boschi e in montagna. La natura offre una vasta selezione di materiale per le decorazioni: pietre, radici, rami secchi, semi, pigne e conchiglie. Si possono fare delle belle corone con i rametti di mirtillo rosso, i rami di conifere, spighe di grano e semi di lino.

Corona di lino

Pulite il lino. Tagliate i gambi alla lunghezza desiderata, corti per le corone piccole e un po’ più lunghi per le corone grandi. Mettete il lino a bagno per ammorbidire gli steli. Formate un cerchio di filo di acciaio della misura desiderata oppure usate una base per corone già pronta. Appoggiate un mazzetto di lino sulla base e fissatelo con fil di ferro. Aggiungete un nuovo mazzetto un poco più avanti del primo e fissatelo. Continuate così fino a creare una corona fitta e regolare. Lo spessore dovrebbe essere proporzionato alla grandezza. Infine, si fa’ un occhiello per poterla attaccare alla parete o alla porta. Si può usare la stessa tecnica per corone di altro materiale e per le ghirlande.

Corona di pigne

corona di pigne

Cercate delle pigne nel bosco. Usate una base circolare. Incollate le pigne molto vicine tra loro con della colla. Si può alternare alle pigne, altro materiale dei boschi.

Folletti di pigne

folletto di pignaFolletto nr 1) Con un pezzo di tessuto create un berretto a forma triangolare. Applicate due piselli secchi come occhi e disegnate una pupilla nera con un pennarello indelebile. Incollate un pezzo di pelliccia o dei ciuffi di lana per formare i capelli. Incollate il berretto sul capelli e fissatelo fra gli occhi.

Folletto nr 2) Togliete il gambo ad una pigna e incollate una pallina da ping pong o di legno come testa. Prendete un po’ di lana o canapa per fare i capelli. Arrotolate il bordo del berretto e incollatelo o fissatelo con qualche punto di cucio. Aggiungete un piccolo pompon oppure girate un filo rosso intorno al lembo del berretto per formare una punta.

I folletti possono essere usati per decorare la tavola oppure l’albero.

folletti di natale

Pasta di sale o “impasto magico”

ghirlanda di Natale con pasta di sale colorata

La pasta di sale è un materiale poco costoso e versatile, di facile uso anche per i bambini.

Ingredienti: due tazze di farina, 1 tazza di sale, 1 ½ tazza di acqua, 1 cucchiaio di olio.

Procedimento: Mescolate il tutto in un recipiente e impastate bene. Lasciatelo riposare in un sacchetto di plastica nel frigorifero. Dopo, stendete parte dell’impasto e formate un cilindro. Stendetelo a forma di cerchio o cuore. Appiattitelo. Cominciate a formare con il restante impasto delle palline piccole come bacche e bucatele al centro con un ago da maglia. Formate delle foglie, facendo prima delle palline e poi appiattitele. Con la punta di un coltello incidete le foglie per creare le venature. Spruzzate le figure e le forme che farete con acqua appena sono finite e coprite con della carta pergamena. Incollate tutte le parti con l’acqua. Create dei fiori tirando l’impasto con il mattarello e tagliando delle strisce larghe ½ cm circa. Premete un cucchiaino contro il bordo della striscia e piegate il bordo verso l’esterno per formare delle dentature. Incollate le foglie e i fiori per nascondere la base. Quando avrete ricoperto tuta la base con le forme che più vi piacciono (angeli, folletti, motivi naturali), cuocete la corona in forno a 100°C per 5-6 ore. Una volta cotto, colorate la corona con lo smalto o la vernice e decorate a piacimento con fiocchi, glitter, nastri.

La casa di panpepato

case di pan pepato

Il culmine dei preparativi per il Natale è la casa di impasto di panpepato. Disegnate su carta e ritagliate le parti delle casette o del castello da riprodurre e controllate che tutte le parti combacino. Se avete poco spazio potrete fare delle casette piccoline da appendere alla parete come decorazione. È il sogno di ogni norvegese riuscire a realizzare un villaggio di panpepato!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...