Sogn e Fjordane

Il costume tradizionale di Sogn

Questo costume tradizionale fu rielaborato da Anna Knudsen nel 1920 e il materiale di base è primariamente preso dall’entroterra del Sogn. L’abito non è rappresentativo di un determinato periodo storico, ma è la sintesi dell’insieme di diversi modelli in diverse epoche. L’abito maschile, invece, risale ad un modello della prima metà dell’800.

La ricostruzione è stata possibile anche grazie al pittore Johannes Flintoe che nel 1820 ritrasse le donne di Sogn con i loro abiti, in modeli diversi di gonne, grembiuli e cinture. Ritrasse anche le ragazze con la fascia per capelli o il fazzoletto in testa, mentre le donne sposate indossavano la caratteristica cuffietta bianca (konehuva). La cuffietta non è mai stata abolita nel costume tradizionale di Sogn. In alcuni posti, per esempio a Aurland, alcune donne continuano a indossare la cuffietta – in particolari occasioni – anche quando non indossano l’abito tradizionale.

Il costume che si indossa oggi è diviso in due categorie: per le giovani e per le donne sposate. Le donne sposate indossano la cuffietta, le ragazze solo la fascia per capelli e una cintura in vita molto semplice e non ricamata. Solo le donne sposate indossano il grembiule di seta verde.

Il costume tradizionale del Sunnfjord

Nel 1914, Olina Fossheim iniziò il lavoro di ricostruzione dell’abito tradizionale della propria contrada, Jølster. L’abito si ispira direttamente ai vestiti ben conservati dell’epoca e ai racconti delle persone anziane dei primi anni del 1900. Durante una manifestazione nel 1922, l’abito fu presentato ed ebbe subito successo nel resto del distretto e adottato dal Comitato Regionale di Sunnfjord, a Bergen.

L’abito maschile del Sunnfjord fu, invece, elaborato dal Sunnfjord Ungdomslag (Associazione dei giovani del Sunnfjord) nel 1964. Il costume è principalmente basato su un modello originale esposto al Sunnfjord Folkemuseum. L’abito maschile è in bigello con il soprabito color rosso ruggine, la giacca verde e i pantaloni al ginocchio neri o blu scuro. L’abito femminile, invece, è di lana con il corpetto verde e la gonna nera a pieghe ampie.

Fonte: Norskflid

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...