02 Scoundrel Days (1986) – Traduzione testi

SCOUNDREL DAYS 1986

Scoundrel Days

Copertina dell’Album Scoundrel Days

Il secondo album degli a-ha; sebbene il suono sembri già più maturo e “adulto” rispetto all’album di esordio, in realtà, molti brani erano già stati scritti precedentemente. Nell’ottobre 1986, l’album raggiunse la seconda posizione nella classifica britannica ed entrò in quelle statunitensi il mese successivo. L’album fu una sfida per la band – che già cercava di smarcarsi dal titolo di band per teenagers – e per le aspettative dei fan. Brani come “Manhattan skyline” indicano esattamente il punto di equilibrio tra i progressi della band e i desideri del pubblico.

Il tastierista Magne Furuholmen sintetizza così “Scoundrel Days”: «… è l’album che più di ogni altro riflette tutti gli aspetti degli a-ha e la nostra provenienza musicale, dal pop puro all’epica malinconica […] Avevamo tracciato la strada che volevamo percorrere musicalmente senza guardare indietro e incuranti di quello che avrebbero pensato i discografici che sicuramente si aspettavano un altro “Take on me”, reputando questo album meno commerciale di “Hunting high and low” ». è chiaro che la band vuole subito prendere le distanze dalle “etichette” e per dimostrarlo anche la copertina dell’album non li vede protagonisti, ma sapientemente armonizzati con immagini paesaggistiche e senza esaltare la loro fisicità.

Il 19 gennaio 1987, gli a-ha fanno un concerto al Croydon’s Fairfield Halls di Londra riscuotendo il successo che si aspettavano. Il pubblico non li aveva traditi, confermando che stavano sulla strada giusta. Quella sera, tra il pubblico, vi era anche John Barry, il leggendario autore di colonne sonore tra cui quelle per la serie di film di “James Bond”. Affascinato dalle capacità dei giovani norvegesi, fu lui a proporre la collaborazione per la nuova colonna sonora del film di James Bond sulla quale stava lavorando Nel giugno 1987, durante il tour mondiale, gli a-ha avevano già scritto il brano che sarebbe diventata la colonna sonora del film “The living Daylights – Zona Pericolo”, gettando contestualmente le basi del terzo album.

Acquista Scoundrel Days su Amazon

Ascolta l’album su Spotify o su iTunes

Traduzione dei testi dell’album “Scoundrel Days”

“Scoundrel Days” – Giorni maledetti[1]

Was that somebody screaming…/ C’era qualcuno che urlava
It wasn’t me for sure / Non ero io, ne sono certo
I lift my head up from uneasy pillows / Sollevo la testa da cuscini scomodi
Put my feet on the floor / Poggio i piedi per terra
Cut my wrist on a bad thought / faccio un cattivo pensiero
And head for the door / e mi precipito alla porta.

Outside on the pavement / Fuori sui marciapiedi
The dark makes no noise / l’oscurità non fa rumore
I can feel the sweat on my lips / sento il sudore colare sulle labbra
Leaking into my mouth / scivolare nella bocca
I’m heading out for the steep hills / mi dirigo su ripidi pendii
They’re leaving me no choice / loro non mi lasciano altra scelta

And see…as our lives are in the making / E guarda … come le nostre vite sono in divenire
We believe through the lies and the hating /  crediamo attraverso le bugie e l’odio
That love goes free / che l’amore sia libero

For want of an option / Per mancanza di scelta
I run the wind ‘round / inseguo il vento
I dream pictures of houses burning / sogno immagini di case che bruciano
Never knowing nothing else to do / non sapendo mai cosa fare
With death comes the morning / con la morte arriva il mattino
Unannounced and new / nuovo e inaspettato

Was it too much to ask for / Era troppo chiedere
To pull a little weight… / di fare del proprio meglio …
They forgive anything but greatness / Ti perdonano tutto tranne la grandezza
These are scoundrel days / Questi sono giorni maledetti
And I’m close to calling out their names / Sto quasi per gridare i loro nomi
As pride hits my face / con l’orgoglio che mi scolpisce il viso
See…as our lives are in the making / guarda … come le nostre vite sono in divenire
We believe through their lies and the hating / Crediamo attraverso le loro menzogne e l’odio
That love goes free through / che l’amore prevale in questi
scoundrel days / giorni maledetti

I reach the edge of town / Raggiungo i confini della città
I’ve got blood in my hair / ho del sangue tra i capelli
Their hands touch my body / Le loro mani toccano il mio corpo
From everywhere / ovunque
But I know that I’ve made it / Ma io so di averlo fatto
As I run into the air / mentre scappo

And see…as our lives are in the making / E guarda … come le nostre vite sono in divenire
We believe through the lies and the hating / Crediamo attraverso le menzogne e l’odio
That love goes free / che l’amore sia libero in
Through scoundrel days / questi giorni maledetti

 

Testo: Pal Waaktaar, Magne Furuholmen
Copyright: Sony/ATV Music Publishing (Uk) Limited

“The Swing Of Things” – Il ritmo delle cose[2]

You say the world’s an eventful place / Tu dici che il mondo è un luogo pieno di eventi
You give me news / Mi dai delle notizie
I don’t want to know / che non voglio sapere
You say that I should care / Tu dici che me ne dovrei preoccupare
That I should speak my mind / che dovrei dire la mia

Oh, but how can I speak of the world / Oh ma come posso parlare del mondo
Rushing by / che fugge frenetico
With a lump in my throat / avendo un nodo alla gola
And tears in my eyes / e le lacrime agli occhi
Oh, have we come to the point of no turning back / Oh siamo arrivati al punto di non ritorno
Or is it still time to get into  / oppure siamo ancora in tempo per entrare
The swing of things / nel ritmo delle cose

Let us walk through this windless city / Facciamo una passeggiata in questa città senza vento
I’ll go on till the winter gets me / camminerò fino a quando mi coglierà l’inverno
Oh, “sleep…” you wrote “sleep, my dear” / Oh, «Dormi» – hai scritto – «Dormi, amore»
In a letter somewhere / in una lettera da qualche parte

Oh, but how can I sleep with your / Oh, ma come posso dormire
voice in my head / Con la tua voce nella mia testa
With an ocean between us  / con un oceano che ci separa
And room in my bed / e il vuoto accanto a me nel letto
Oh, have I come to the point where I’m losing the grip / Oh, sono arrivato al punto di perdere la lucidità
Or is it still time to get into / o sono ancora in tempo per entrare
The swing of things / nel ritmo delle cose.

Oh, when she glows in the dark / Oh quando lei riluce nell’oscurità
And I’m weak by the sight / e ho la vista abbagliata
Of this breathtaking beauty / dalla sua bellezza mozzafiato
In which I can hide / nella quale posso nascondermi
Oh, there’s a worldful out there / Oh c’è un mondo la fuori
Of people I fear / di gente che temo
But given time I’ll get into / ma dammi tempo ed entrerò
The swing of things / nel ritmo delle cose

Yes, when she glows in the dark and / Sì, quando lei riluce nell’oscurità
I’m struck by the sight / ed io sono abbagliato dalla sua visione
I know that I’ll need this for the rest of my life / so che avrò bisogno di questo per il resto della mia vita

What have I done / Cosa ho fatto
What lies I have told / Che bugie ho raccontato
I’ve played games with the ones that / ho giocato sporco
rescued my soul / con chi poteva salvare la mia anima
Oh, have I come to the point where I’m losing the grip / Oh sono arrivato al punto di aver perso lo smalto
Or is it still time to get into / o sono ancora in tempo per entrare
The swing of things  / nel ritmo delle cose

 

Testo: Pål Waaktaar
Copyright: Sony/ATV Music Publishing (Uk) Limited

“I’ve Been Losing You” – Ti sto perdendo

It wasn’t the rain that washed away… / Non è stata la pioggia a lavare via …
Rinsed out the colour of your eyes / a scolorire il colore dei tuoi occhi
Putting the gun down on the bedside table / riponendo la pistola sul comodino
I must have realized / devo essermene reso conto

It wasn’t the rain / Non è stata la pioggia
That made no difference / a rendere tutto uguale
And I could have sworn it wasn’t me / e potrei giurare di non essere stato io
Yet I did it all so coldly / eppure ho fatto tutto così freddamente
…almost slowly / … quasi lentamente
Plain for all to see / palese per tutti

Oh c’mon please now / Oh su andiamo, ti prego
Talk to me  / Parlami
Tell me things I could find helpful / Dimmi delle cose che potrei trovare utili
How can I stop now… / come posso fermarmi ora …
Is there nothing I can do / Non c’è nulla che possa fare
I have lost my way / Ho perso la mia strada
I’ve been losing you / Ti sto perdendo

I can still hear our screams competing / Riesco ancora a sentire le nostra urla competere
You’re hissing your s’s like a snake / Il tuo sibilare le “s” come un serpente
Now in the mirror stands / Ora nello specchio si riflette
Half a man / un uomo a metà
I thought no one could break / che credevo nessuno potesse spezzare

It wasn’t the rain / Non è stata la pioggia
That made no difference / a rendere tutto uguale
…nervously drumming on: Run away / … nervosamente martella: Scappa!
But I want the guilt to get me / Ma io voglio che la colpa mi attanagli
Thoughts to wreck me / che i pensieri mi portino alla deriva
Preying on my mind / depredando la mia mente

So, please now / Allora, ti prego
Talk to me / Parlami
Tell me things I could find helpful / Dimmi delle cose che potrei trovare utili
For how can I stop now… / poiché come posso fermarmi ora …
Is there nothing I can do / Non c’è nulla che possa fare
I have lost my way / Ho perso la mia strada
I’ve been losing you  / Ti sto perdendo

 

Testo: Pål Waaktaar
Copyright: Sony/ATV Music Publishing (Uk) Limited

“October” – Ottobre

Dawn awaits a sleepless, English town / L’alba attende un’insonne, città inglese
Of coloured gray / colorata di grigio
Here I roam the streets without you / Vagabondo per le strade senza di te
As summer fades away / mentre l’estate svanisce

…down in the city at nights / in centro di notte
The cold wind blows / soffia un vento freddo

Wherever you may be right now / Ovunque tu sia in questo momento
It must be getting late / deve essersi fatto tardi
You’re probably asleep already / Forse sei ancora addormentata
I am wide awake / Io sono già sveglio

…down in the city at nights / in centro di notte

“Don’t be lonely” / “Non sentirti solo
so you’ve told me / così mi hai detto
But don’t you worry now / Ma non preoccuparti ora
Loneliness can be ignored / La solitudine può essere ignorata
And time has shown me how / e il tempo mi ha mostrato come

… down in the city at nights / in centro di notte
I’m missing you so much / Mi manchi così tanto
Down in the city / in centro
Down in the city…  / in centro …

 

Testo: Pål Waaktaar
Copyright: Sony/ATV Music Publishing (Uk) Limited

“Manhattan Skyline” – Manhattan Skyline[3]

 

We sit and watch umbrellas fly / Siamo seduti a fissare il nulla

I’m trying to keep my newspaper dry / cerco di mantenere asciutto il mio giornale
I hear myself say, / Sento me stesso dire
“My boat’s leaving now” / «La nave sta partendo»
…so we shake hands and cry / … e allora ci stringiamo le mani e piangiamo
Now I must wave goodbye / è ora di dirsi addio
Wave goodbye / addio

You know / Sai cosa?
I don’t want to cry again / Non voglio piangere ancora
Don’t want to cry again / Non voglio piangere di nuovo
I don’t want to say goodbye / Non voglio dire addio
Don’t wanna cry again / Non voglio piangere ancora
I don’t wanna run away / Non voglio scappare
I don’t want to raise this pain / Non voglio provare questo dolore
I’ll never see your face again / Non ti vedrò mai più

Oh but how / Oh ma come …
How can you say / Come puoi dire
That I didn’t try… / che non ci ho provato
You see things in the depths of my eyes / Tu vedi cose nel profondo dei miei occhi
That my love’s run dry / che il mio amore ha inaridito
No… / No…

We leave to their goodbyes / Ci lasciamo ai loro addii
I’ve come to depend on the look in / sono arrivato a dipendere dallo sguardo
their eyes / dei loro occhi
My blood’s sweet for pain / Il mio salgue è addolcito dal dolore
The wind and the rain bring back  / Il vento e la pioggia mi riportano
words of a song / le parole di una canzone
And they say wave goodbye / che dicono di dire addio
Wave goodbye / addio

You know / Sai
I don’t want to fall again / Non voglio cadere di nuovo
I don’t wanna know this pain / Non voglio provare questo dolore
I don’t want another friend / Non voglio un altro amico
I don’t wanna try again / Non voglio riprovarci
Don’t want to see you hurt / Non voglio vederti ferita
Don’t let me see you hurt / Non lasciare che ti veda ferita
I don’t wanna cry again / Non voglio piangere ancora
I’ll never see your face again / Non ti vedrò mai più

How can you say / Come puoi dire
That I didn’t try / che non ci ho provato
You know I did / Lo sai ce l’ho fatto
You see things / tu vedi cose
in the depths of my eyes / nel profondo dei miei occhi
That my love’s run dry / che il mio amore ha inaridito
(I don’t wanna cry again…) / (Non voglio piangere di nuovo …)

…So I read to myself / … e allora leggo in me stesso
A chance of a lifetime to see new horizons / l’occasione di una vita di vedere nuovi orizzonti
On the front page / sulla prima pagina
A black and white picture of  / una foto in bianco e nero di
Manhattan Skyline / Manhattan Skyline.

 

Testo: Pål Waaktaar, Magne Furuholmen
Copyright: Sony/ATV Music Publishing (Uk) Limited

“Cry Wolf” – Al Lupo, al Lupo

“Night I left the city, / «La notte in cui ho lasciato la città
I dreamt of a wolf…” / ho sognato un lupo»

He came from where the winds are cold / Veniva da dove i venti sono gelidi
And truth is seen through keyholes / e la verità si vede attraverso i buchi della serratura
…strange longings never sleep / le strane nostalgie non dormono mai
Now he’s come where no hearts beat / ed ora è giunto dove non ci sono cuori che battono

Cry wolf / Al lupo, al lupo
Time to worry / è tempo di preoccupazioni
Cry wolf / Al lupo, al lupo
Time to worry now / è tempo di preoccupazioni, ora.

You can start, but you cannot stop / Puoi partire, ma non puoi fermarti
You give in, but you can’t give up / puoi darci dentro, ma non puoi arrenderti
You can tell all your desperate jokes / puoi raccontare tutte le barzellette che vuoi
To a world that puts your / ad un mondo che mette
Love on hold / il tuo amore in attesa.

Cry wolf / Al lupo, al lupo
Time to worry / è tempo di preoccupazioni
Cry wolf / al lupo, al lupo
Time to worry now / è tempo di preoccupazioni, ora.

…the sunken-in eyes / … gli occhi cerchiati
And the pain in his cries / e il dolore nelle sue grida
A shape in the dark… / un’ombra nell’oscurità …

Cry wolf / Al lupo, al lupo
Time to worry / è tempo di preoccupazioni
Cry wolf / Al lupo, al lupo
Time to worry now / è tempo di preoccupazioni, ora.

 

Testo: Pål Waaktaar, Magne Furuholmen
Copyright: Sony/ATV Music Publishing (Uk) Limited

“We’re Looking For The Whales” – Cercando il successo[4]

One left low left two who left high / Una dritta a manca, due a manca che emergono
They seem so hard to find / Sembrano così difficili da trovare
Three came twice took once the time / Tre sono giunti per due volte a cogliere l’occasione
To search… / di cercare …
We’re looking for a little bewildered girl / cerchiamo una ragazzina confusa
We’re looking for a little bewildered girl / cerchiamo una ragazzina confusa
We’re looking for the whales / cerchiamo il successo

Restlessness is in our genes / L’irrequietezza è nei nostri geni
Time won’t wear it off / Il tempo non la placherà
Born into this world with our eyes  / Nati in questo mondo con gli occhi
wide open / spalancati

Girl / Ragazza
We’re looking for a little bewildered girl / Stiamo cercando una ragazzina confusa
We’re looking for a little bewildered girl / stiamo cercando una ragazzina confusa
We’re looking for the whales / Stiamo cercando il successo

I found angels / Ho trovato angeli
Beached outside your doors / spiaggiati fuori dalla tua porta
Don’t you set those lonely eyes on me / Non posare quello sguardo triste su di me
We’re looking for the whales / Stiamo cercando il successo
We’re looking for the whales…  / Stiamo cercando il successo …

 

Testo: Pål Waaktaar, Magne Furuholmen
Copyright: Sony/ATV Music Publishing (Uk) Limited

“The Weight Of The Wind” – Il peso del vento

Your face looked new against the town / Il tuo viso straniero nella città
You’ve come to lose some memories / Sei giunto per perdere alcuni ricordi
Like you  I came to touch new grounds / Come te anch’io sono venuto per toccare terre nuove

But you want to lose / Ma tu vuoi perdere
The weight of the wind / Il peso del vento
Rests hard on your shoulders / che grava sulle tue spalle
It’s bringing you down / schiacciandoti a terra
The one that you love / La persona che ami
Will never be found / non la troverai mai

You speak into the falling rain / parli sotto la pioggia battente
Words you’d lost, but found again / parole che hai perso, ma ritrovato
I see their snakey arms entwined / Vedo le loro braccia intrecciate
So clear and cruel  / è così chiaro e crudele
In your jealous mind / nella tua mente gelosa

But you’ve got to lose / Ma tu devi perdere
The weight of the wind  / il peso del vento
Hard on your shoulders / pesante sulle tue spalle
Getting you down  / che ti butta giù
The one that you love / La persona che ami
Will never be found  / non la troverai mai

 

Testo: Pål Waaktaar
Copyright: Sony/ATV Songs LLC Dba Atv

“Maybe Maybe” – Forse, forse

Maybe you were joking / Forse stavi scherzando
When you said that you were  / quando hai detto che
walking out on me / stavi uscendo dalla mia vita
Maybe, maybe / Forse, forse

Maybe I was joking / Forse scherzavo
When I said that I was running out on you / quando ho detto che io stavo scappando da te
Maybe, maybe / Forse, forse

I could be wrong, so wrong / Mi potrei sbagliare, sbagliare sì
I could be wrong, so wrong / mi potrei sbagliare, sbagliare sì
I could be wrong / mi potrei sbagliare

I don’t know, but it’s been said / Non lo so, ma qualcuno ha detto che
Decisions travel far from heart to head / le decisioni viaggiano veloci dal cuore alla testa
Maybe, maybe / Forse, forse

Maybe it was over / Forse era finita
When you chucked me out the  / quando mi hai sbattuto fuori
Rover at full speed / dalla Rover a tutta velocità
Maybe, maybe oh baby / forse, forse, oh tesoro

I could be wrong, so wrong / Mi potrei sbagliare, sbagliare sì,
I could be wrong, so wrong / Mi potrei sbagliare, sbagliare sì,
I could be wrong, so wrong / Mi potrei sbagliare, sbagliare sì,

 

Testo: Magne Furuholmen
Copyright: Sony/ATV Songs LLC Dba Atv

“Soft Rains Of April” – Le piogge leggere di Aprile

The soft rains of April are over / Le piogge leggere di Aprile sono finite
The soft rains of April are over, over / Le piogge leggere di Aprile sono finite, finite

Anybody home now / C’è qualcuno a casa, ora
I am on the phone now, please… / Sono al telefono, ora, ti prego …
The soft rains of April are over / Le piogge leggere di Aprile sono finite
The ferry across the water to Dover, over / Il traghetto attraversa il Canale per Dover.

Anybody home now / Nessuno è a casa, ora
I am on the phone, / sono al telefono ora,

oh I’d like to go back / oh come vorrei tornare indietro
Is it raining back home / Piove a casa
I’m so alone / Mi sento così solo

Just got up today / Mi sono appena alzato oggi
And my thoughts are miles away / e i miei pensieri sono miglia lontani
With you / con te

Well, they gave me four years / Ebbene, mi hanno dato quattro anni
Three more to go / Ne mancano ancora tre
Keep writing letters / continuo a scrivere lettere
Time’s passing so slow / Il tempo passa così lentamente

So soft rains of April are over / Le piogge leggere di Aprile sono finite
The soft rains of April are over / Le piogge leggere di Aprile sono finite
Over  / finite.

 

Testo: Pål Waaktaar
Copyright: Sony/ATV Songs LLC Dba Atv

[1] Le traduzioni in italiano dei brani degli a-ha sono volutamente “letterari” piuttosto che “letterali” preferendo valorizzare la resa lirico-poetica del testo.

 

[2] La traduzione più appropriata è l’ “Andamento delle cose”.

[3] Il termine Skyline è ormai entrato anche nel linguaggio comune italiano ed indica il “profilo” di una città che si staglia all’orizzonte. Il profilo di Manhattan è tra i più riconoscibili al mondo con i suoi grattacieli, la statua della Libertà e l’Empire State Building.

[4] Letteralmente il testo si traduce con “Stiamo cercando le balene”, ma nella traduzione si vuole prediligere il significato metaforico dell’espressione: essere alla ricerca di qualcosa di grande, ma anche pericoloso ed eccitante come la caccia alle balene. Non è da escludere che il testo sia autobiografico e racconti gli inizi difficili della band.

traduzione “Scoundrel Days” © Annalisa Maurantonio